Il nuovo CAD (Codice dell’Amministrazione Digitale) finalmente è legge

Oggi pubblichiamo un articolo un po’ più complesso del solito ma pensiamo sia importante aggiornare tutti i nostri lettori anche su alcune novità sulla normativa esistente.

Il nuovo Cad è diventato legge con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 214 del 13 settembre 2016, il decreto legislativo 26 agosto 2016, n. 179 recante Modifiche ed integrazioni al Codice dell’amministrazione digitale, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche.


Tra le principali novità ci sono alcuni aggiornamenti su SPID:

Viene aggiornata la disciplina antiriciclaggio, per introdurre l’uso di Spid nel cosiddetto “adeguato riconoscimento” bancario.

Viene precisata la funzione dell’identità digitale attraverso la quale sarà possibile accedere ai servizi ed inviare comunicazioni tramite il domicilio digitale. In pratica si apre la strada a Italia Login come punto unico di accesso.

Per gli addetti ai lavori viene normata anche la questione del capitale sociale per diventare gestore di identità digitale. Con un capitale sociale inferiore a 5.000.000 si potranno erogare livelli di servizio inferiori a quello “massimo” prestato dagli attuali gestori dell’identità.

 

Segnaliamo anche questi interessanti punti del nuovo CAD:

Viene  istituita la figura del Commissario all’Agenda digitale, che si potrà avvalere dei soggetti pubblici e sostituire alle amministrazioni competenti ad adottare provvedimenti dovuti per l’attuazione degli obiettivi.

Lo Stato deve attuare tutta una serie di iniziative atte ad incentivare la diffusione della cultura digitale tra i cittadini, avendo il dovuto riguardo verso i minori e le categorie ad alto rischio di esclusione, anche al fine di determinare un serio incremento nell’utilizzo dei servizi digitali delle pubbliche amministrazioni con azioni mirate.

Sarà una responsabilità di Agid (Agenzia per l’Italia Digitale) portare a termine con successo gli obiettivi prefissati dall’Agenda Digitale Italiana. Tutto questo in stretta collaborazione e allineamento con gli indirizzi dettati dal Presidente del Consiglio dei ministri o dal Ministro delegato, e con l’Agenda digitale europea.

Vuoi rimanere informato su CAD, SPID e Identità Digitale? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere aggiornamenti ogni mese.