SPID e gli italiani all’estero: un aiuto per chi vive lontano

spid-italiani-esteroLa diffusione di SPID sta semplificando il rapporto tra cittadini e Pubblica Amministrazione, grazie all’accesso unico verso tutte le piattaforme che erogano i servizi.

C’è una categoria di cittadini che chiede a gran voce di poter utilizzare SPID quanto prima, e che però al momento non può farlo in quanto la normativa che regola l’erogazione dell’Identità Digitale prevede di avere una residenza in Italia e la tessera sanitaria.

Sono i cittadini italiani residenti all’estero, quasi 5 milioni di persone che vivono stabilmente fuori dal nostro Paese, a cui si aggiungono tutte le imprese che commerciano con l’Italia e che hanno rapporti con la Pubblica Amministrazione italiana.

Un’interrogazione parlamentare rivolta a tre ministeri (Pubblica Amministrazione, Affari Esteri e Lavoro) chiede che venga prorogata l’entrata in vigore del sistema di accesso ai servizi Inps con il solo account SPID, per rendere possibile l’adeguamento dei sistemi proposti dai gestori e dunque la certificazione dell’Identità Digitale anche agli italiani all’estero.

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità? Iscriviti ora alla Newsletter.