SPID, punto centrale nella strategia digitale del Comune di Roma

spid-romaFlavia Marzano, assessore a Roma Semplice, rilascia una dichiarazione sul finire del 2016 riguardante SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale di cui Roma Capitale ha scelto di dotarsi, anticipando di un anno la scadenza del 31 dicembre 2017.

 

L’adozione di SPID fa parte della strategia per la Pubblica Amministrazione dettagliata nell’Agenda Digitale di Roma Capitale, il cui obiettivo è dare priorità alle esigenze del cittadino, sfruttando le opportunità che il digitale offre.

 

Marzano e la giunta lavorano guidati da tre linee principali:

 

1. Semplificazione del rapporto tra cittadino e Pubblica Amministrazione, nodo di cui fa parte SPID insieme all’anagrafe tributaria e a PagoPa. Le iniziative sono volte a concedere a cittadini, turisti e imprenditori una modernizzazione dell’esperienza utente;

2. Incremento delle competenze digitali dei cittadini attraverso i Punti Roma Facile, un supporto capillare erogato affinché chiunque possa sviluppare e approfondire i temi legati al mondo digitale;

3. Riprogrammazione dei processi amministrativi, supportati dalla collaborazione tra gli innovatori già presenti nell’amministrazione, al fine di sviluppare le competenze digitali interne e condividere gli obiettivi della trasformazione che sta venendo attuata.

Nelle parole di Marzano dunque, una Roma Capitale laboratorio nazionale dell’innovazione, capofila di tutti i Comuni grazie a un progetto partecipativo e ambizioso ma con obiettivi controllati e risultati incrementali.

Iscriviti adesso alla nostra newsletter e rimani aggiornato sulle novità di SPID.